VALORIZZAZIONE
DEI BENI CULTURALI

DOCENTI

MONICA DE VINCENTI

Autrice di volumi, saggi e articoli sull’arte veneta dal XVI al XIX secolo. Campi d’indagine favoriti sono la scultura e l’intaglio ligneo su cui ha relazionato in convegni nazionali ed internazionali. Ha collaborato alla cura di cataloghi e mostre di vari musei e istituzioni quali la Fondazione Giorgio Cini, ove ha anche coordinato la ricerca Statuaria veneta da giardino, sfociata in uno dei primi cataloghi scientifici tematici consultabili on-line.

ANTONIO MANNO

Nato a Urbino, vive e lavora a Venezia. Ex bibliotecario presso il Dipartimento di Storia dell’Architettura; docente di storia dell’arte, conferenziere, saggista, autore di libri, curatore di mostre; conduce ricerche specialistiche di storia dell’arte e iconologia, di storia dell’architettura e dell’urbanistica, in prevalenza sul periodo medievale e rinascimentale. Presso l’Università Internazionale dell’Arte tiene i corsi di Archivistica e di Valorizzazione dei Beni Culturali

TORNA
ALL’OFFERTA
FORMATIVA

PROGRAMMI

I ANNO

ORE 18

DOCENTE
Monica De Vincenti

OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso è finalizzato a coniugare le competenze storico-artistiche con la conoscenza della normativa vigente in Italia in una prospettiva orientata particolarmente sul tema della Valorizzazione di monumenti, musei e istituzioni sociali di indiscussa rilevanza. Gli studenti acquisiranno una conoscenza adeguata, sotto il profilo teorico e storico, del patrimonio culturale nel suo insieme e nelle sue diverse componenti e una conoscenza generale dei processi della valorizzazione applicata alle singole componenti con cui verranno a contatto durante le lezioni/visite.

CONTENUTI
Le politiche culturali in Italia (Oggetto: Bene culturale – Patrimonio culturale – Fruizione collettiva; Le funzioni: la tutela e la valorizzazione; Gli attori: la distribuzione delle funzioni nella Costituzione e nella normativa vigente).

METODI DIDATTICI
Lezioni frontali (3 ore) e 3 lezioni/visite (5 ore ca. ciascuna) presso monumenti, musei e istituzioni del Veneto

TESTI DI RIFERIMENTO

— CAMMELLI M., Il codice dei beni culturali e del paesaggio, Bologna, il Mulino, 2007.

— Altra bibliografia specifica sarà fornita agli studenti durante la prima lezione.

MODALITÀ DI VERIFICA
Orale, ogni studente sarà tenuto a fornire una breve esposizione durante l’ultima uscita sulle opere, i monumenti o i musei oggetto di visita.

II ANNO

ORE 12

DOCENTE
Antonio Manno

OBIETTIVI FORMATIVI
Consultazione dei principali strumenti di studio, documentazione e catalogazione online per gestire una ricerca storico-artistica. Predisposizione di una scheda analitica su un’opera d’arte e formulazione di un progetto di valorizzazione.

CONTENUTI
Conoscenza generale della legislazione e delle principali istituzioni inerenti i Beni Culturali, con particolare riguardo alla loro valorizzazione. Ricerche bibliografiche e fotografiche utili alla documentazione storico-artistica e alla redazione di un progetto di valorizzazione.

METODI DIDATTICI
Lezioni frontali con domande e discussioni; visita presso la chiesa dei Carmini e sopralluogo esemplificativo su un’opera d’arte da valorizzare (Pala di Cima da Conegliano); redazione di una scheda per la valorizzazione tramite GDrive con assistenza e correzioni online; discussione finale sulla scheda del progetto prescelto.

TESTI DI RIFERIMENTO

— Link a Leggi, Istituzioni – Associazioni, Organismi internazionali

— Origine ed evoluzione della legislazione dei beni culturali in Italia (Patrimonioculturale.net)

— Legislazione italiana dei beni culturali (Wikipedia)

— Andrea Emiliani, Leggi, bandi e provvedimenti per la tutela dei beni artistici e culturali negli antichi stati italiani, 1571-1860, Bologna, Nuova Alfa, 1978.

— Scuola e beni culturali. Proposte e informazioni per la didattica, a cura di F. Cambi e F. Gattini,  IRRE Toscana, 2003.
 Carla Bodo-Celestino Spada, Rapporto sull’economia della cultura in Italia, 1990-2000, Bologna,  2004.

— Francesca Bottari, Pizzicanella, I beni culturali e il paesaggio. Le leggi, la storia, le responsabilità, Bologna, Zanichelli, 2007.

— Roberto Cecchi, Abecedario. Come proteggere e valorizzare il patrimonio culturale italiano, Milano, Skira, 2015.

MODALITÀ DI VERIFICA
Correzione online delle schede di progetto. Esposizione e discussione finale sulle schede.

TORNA
ALL'OFFERTA
FORMATIVA

UIA
UNIVERSITÀ
INTERNAZIONALE
DELL'ARTE

VILLA HERIOT

CALLE
MICHELANGELO 54/P
30133 / GIUDECCA
VENEZIA (IT)

T   +39 041 528 7090
F   +39 041 528 7094
M  
UIAVE@TIN.IT